News

Dal tramonto all'alba

Sabato 23 luglio 2016 - Specchia (LE)

Dal tramonto all'alba

Ultimo all day e night long per La Festa di Cinema del reale


Si chiude stasera a Specchia La Festa di Cinema del reale con la festa della Festa con Jolly Mare, evento cult realizzato in collaborazione con Fuck Normality Festival per il saluto all’alba sulla piazza sospesa in uno dei punti panoramici più suggestivi del Salento.

Ultimo all day e night long per La Festa di Cinema del reale ed ultimo giorno per visitare la sezione Sguardi e Visioni: vale la pena arrivare sin dal pomeriggio nel borgo per immergersi in Rosso, l’installazione che abita gli spazi della Chiesa dei Francescani Neri ideata dalla storica ditta Fratelli Parisi e da BigSur. Si segnala anche Messaggi da un continente sommerso con le fotografie di Francesco Radino su Norman Mommens e Patience Gray tratte dallo storico Archivio Spigolizzi, mentre le stanze di Castello Risolo accolgono mostre, installazioni sonore e visive come gli showcase fluttuanti di Visioni del Sud. Esplorazioni fotografiche di Giuseppe Palumbo e Cecilia Mangini – Visioni e Passioni, solo per citare alcune delle mostre presenti nel maniero. Alle 20 si consiglia di guadagnare i piani nobili della terrazza per assistere alla sonorizzazione del tramonto a cura dell’enfant prodige Jetro, prendendo posto tra gli allestimenti curati e selezionati dal designer Maurizio Buttazzo, che ha firmato anche le street lights de Le luci della ribalta, che si possono ammirare nel percorso che unisce piazza del Popolo a piazzetta Sant’Oronzo. Dalle 20.45 sarà Paolo Pisanelli, dal palco dell’arena, a dare il benvenuto alla platea per l’ultima serata del festival che si inaugura con L’omaggio a Giuseppe Ferrara, in collaborazione con l’Archivio Festival dei Popoli, e la visione de Il ballo delle vedove, in cui l’antico rituale del ballo dell’argia diventa terapia. Alle 21 lo screening fotografico delle immagini Pasolini a Calimera realizzate da Antonio Tommasi e La voce di Pasolini di Mario Sesti e Matteo Cerami rendono omaggio ad uno dei più grandi scrittori e pensatori del secolo scorso. Alle 22 è Dietro la legge, work in progress di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli, a essere presentato in anteprima prima di Girotondo, cortometraggio a firma di Costanza Quatriglio per il progetto 9X10 Novanta dell’istituto Luce. È un viaggio sentimentale tra le ripetute sfide che la natura lancia agli esseri umani e che gli esseri umani raccolgono… lo sconvolgimento della terra e delle acque, il darsi la mano l’un l’altro, infine la nascita della gioia, quando tutto è di nuovo possibile e si è pronti per riassaporare il gusto per le piccole cose, come un uccellino che becca una moneta dalle mani affettuose di un vecchio. A seguire La ragazza Carla di Alberto Saibene, ispirato al poemetto del romagnolo Pagliarani. Tutt’altra musica allo Schermo Pazzo: dopo un fuori programma, è il Cinema delle ragazze e dei ragazzi a farla da padroni con Giuggiejuice dell’esordiente Domitilla Mercante e con le animazioni di Fiocchetto Story realizzate da Stefano Argentero. Alle 21.15 Cineteca Lucana conclude con Brindisi la maratona pugliese tratte da Centocittà. Alle 21.30, sempre in piazzetta Sant’Oronzo, è in programma Bogamarì – il riccio di Arturo Usai. Dopo la visione del videoclip Rumors of war, illustrato da Emanuela Bartolotti, si consiglia di prendere posto per la visione di Je suis Charlie – L’humor à mort di Emmanuel e Daniel Leconte, il racconto dell’attentato al giornale umoristico Charlie Hebdo e degli avvenimenti che lo seguirono, che ha conquistato un Premio Cinema del reale nell’ambito di Vive le cinema.

Alle 23.30 nell’arena del Castello si svolgono invece le premiazioni della 13esima edizioni. Il Premio Cinema del reale è conferito ad autrici ed autori, produttori, distributori, e operatori culturali che danno impulso alla creazione, realizzazione e diffusione del cinema del reale in Italia e all’estero. Il riconoscimento, che si concretizza in un oggetto luminoso, dal 2013 è realizzato dalla storica ditta Parisi Luminarie, che coniuga l’approfondita conoscenza di tecniche e tradizioni al design contemporaneo. Un progetto di design firmato da Francesco Maggiore e Gianfranco Conte. A questo si aggiunge anche il Premio Artego, sempre realizzato da Conte. La serata si chiude con la proiezione de Il successore di Mattia Epifani il cui the end dà il via alla la Festa della Festa, il cult party con cui Cinema del reale dà l’arrivederci al suo pubblico. Un happening collettivo, un rito propiziatorio che da notte fonda sino all’alba spopola sul terrazzo di Castello Risolo, dance floor sotto le stelle in uno dei punti più suggestivi e panoramici del Salento. Come tradizione vuole, ogni anno dj e musicisti sono invitati a tenere svegli e alta l’adrenalina del pubblico che fin dai piani bassi del cortile, balla sino al saluto all’alba sul roof: quest’anno si alterneranno alla consolle Jolly Mare introdotto da San Francisco Disco e Valerio Cosi per il live all’alba con la creative partnership del Fuck Normality Festival.


Condividi su Facebook Condividi su Twitter

WebTV

Cinema del reale credits

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accettato le condizioni d'uso