Eventi

Sguardi, suoni e visioni - Cinestanze

La follia di Zavattini

dal 25 luglio al 28 luglio 2012

La follia di Zavattini

Ansano Giannarelli segue Cesare Zavattini durante le riprese e il montaggio del film 'La Veritàaaa'


In una celebre intervista, Cesare Zavattini definisce il lavoro del regista un mestiere "zoppo", tale è il numero di collaboratori di cui deve attorniarsi per portare a termine un'opera. Sarà forse per questo che nel 1982 il cineasta romagnolo decise di superarsi con "La veritàaaa", pellicola di cui è ideatore, sceneggiatore, interprete, regista e autore tra l'altro della colonna sonora. Fortuna vuole che sul set di questo esperimento unico nel suo genere, ci fosse Ansano Giannarelli impegnato in quegli anni nella realizzazione di documentari sulla vita di famosi esponenti della cultura. Al suo obiettivo non sfugge il talento multiforme e la "Follia di Zavattini", pellicola che documenta la vitalità del set, i colloqui con le comparse, le discussioni con i tecnici e i collaboratori in cui imperlate da fini riflessioni e continui atti di sovversione creativa.

Ansano Giannarelli
Dopo essere inciampato in una laurea in giurisprudenza, lavora nel cinema come assistente di Mario Monicelli in "Proibito". Una volta imbracciata la macchina da presa, inizia a girare documentari impegnati. Agli anni Sessanta infatti risale "Sierra Maestra", sulla rivoluzione in Sud America. Tra i suoi film più celebri si ricorda "Non ho tempo", sulla vita del matematico francese Évariste Galois.


Condividi su Facebook Condividi su Twitter

L'ultima edizione

WebTV

Cinema del reale credits