News

Al via la 13esima edizione<br>tra Voci, Incanti e Tradimenti

Dal 20 al 23 luglio 2016 - Castello Risolo, Specchia

Al via la 13esima edizione
tra Voci, Incanti e Tradimenti

Quattro giorni di proiezioni senza botteghino, workshop, live performance, mostre, food experience, installazioni, aperitivi musicali e una festa finale sul terrazzo di Castello Risolo


La cornice è ancora una volta il suggestivo centro storico di Specchia, che per quattro giorni si trasforma nella cittadella del cinema, laboratorio delle arti audiovisive e performative. I luoghi che ospiteranno questa 13esima edizione con la sua ricca programmazione di proiezioni, laboratori e showcase sono Castello Risolo, con il suo atrio trasformato in un'arena sotto le stelle e, novità di questa edizione, un secondo schermo, "lo schermo pazzo", che catalizzerà gli sguardi del pubblico in piazzetta Sant'Oronzo. Si riconferma nella formula, rinnovandosi La Festa di Cinema del reale, festival fuori dagli schemi dedicato al cinema documentario, che diventa occasione di scoperta dei luoghi e per tessere relazioni tra il pubblico e gli  addetti ai lavori ospiti della Festa in residenza nell'albergo diffuso del borgo, in un clima informale e conviviale.



Come ogni nuova edizione che si rispetti sarà comunque tutta un'altra storia questa che si inaugura alle 20.00 con gli imperdibili e attesi aperitivi musicali che scandiscono i tramonti sulla terrazza del castello, con live, dj set, cocktail panoramici e degustazioni a chilometrozero. In attesa che la programmazione cinematografica entri nel vivo è possibile prendere parte a Movimenti di massa performance collettiva condotta dalla coreografa Barbara Toma o visitare le mostre della sezione Sguardi e Visioni, che quest'anno comprende due showcase delle mostre fotografiche Visioni del Sud - Esplorazioni fotografiche di Giuseppe Palumbo e Cecilia Mangini - visioni e passioni, a cura di Paolo Pisanelli e Claudio Domini, arricchita da un'installazione sonora con un'inedita intervista alla madrina e colonna portante del festival, nonché cittadina onoraria di Specchia. Sempre ai piani nobili del castello saranno allestite le opere di Paolo Portaluri, Andrea Epifani, Gif Gif Gif di Sonia QQ, le autoproduzioni di Lo.Ft. - Locali Fotografici, Il Lume d'Ulisse di Alessia Rollo e Gianfranco Conte; le fotografie di Behind the ring di Nader Ghavami e gli scatti de La terra del rimosso di Gabriele Albergo; le lastre originali del progetto Centocittà, a cura di Cineteca Lucana e le tavole illustrate di Fame a cura di Alessandra De Cristofaro, e il Cinema per le orecchie. Disseminate nel borgo antico di Specchia le tracce de L'archivio della superficie. Segni e racconti delle superfici, un laboratorio tenuto da Elena Campa e Mauro Marino, mentre frantoio Cicca ospita Italia! di Pino Guidolotti e gli spazi in via Giuseppe Garibaldi Paesaggio Sognato di Ghiti Nour per un viaggio Specchia-Yazd, andata e ritorno. Sempre nella serata, alle 19.30, sarà inaugurata la mostra Messaggi da un continente sommerso, 18.00 immagini fotografiche realizzate da Francesco Radino emerse dall'Archivio Spigolizzi, a cura di Ada Martella, Nicolas Gray, Maggie Armstrong nella cappella di Santa Caterina presso il convento dei Francescani Neri, in concomitanza con l'installazione Rosso. Tra quelle urbane, si segnala anche Le luci della ribalta realizzate da Maurizio Buttazzo e gli abitanti di Specchia, mentre negli Extra la collettiva Punto di rottura a Palazzo Coluccia. Dopo aver preso visione delle microstorie in tempo reale in Diariovisioni a cura di Martina Leo e arricchite dagli Altri sguardi di Alessandra Tommasi, Ghiti Nour, Nader Ghavami in collaborazione con Photosintesi, alle 20.45 si può prendere posto nel cortile di castello Risolo per l'omaggio a Giuseppe Ferrara con la proiezione di Vita di borgata (1962), film inchiesta sul disagio e l'emarginazione della borgata Tiburtino III all'epoca estrema periferia est di Roma. La proiezione è in collaborazione con l'Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico. Si continua alle 21.00 con Faces. Albania on the road, film work in progress musicato dal vivo da Admir Shkurtaj, un viaggio nel paesaggio dei volti dei migranti albanesi sbarcati per la prima volta in Italia venticinque anni fa. Segue la presentazione del progetto AdriatiKinema/CinemAdriatico con Luigi De Luca. Sarà poi la volta di S.P.M. - Sue proprie mani, film inedito di Adrian Paci e Roland Sejko realizzato per il Progetto Memoria di Apulia Film Commission: il documentario racconta che alla fine degli anni 2000 l'Archivio di Stato dell'Albania pubblicò la notizia del ritrovamento, nei suoi magazzini, di due sacchetti di iuta segnati con una semplice etichetta dal titolo: "Corrispondenza dei cittadini italiani in Albania". Centinaia di lettere, separate dalle proprie buste e messe alla rinfusa, mai inviate e mai giunte a destinazione. A seguire La Fabbrica, un'esplorazione visiva e sonora di un grande edificio in disuso alla periferia di Specchia, sarà musicata dal vivo da Shkurtaj, per poi presentare l'anteprima nazionale del nuovo videoclip dei Nidi d'Arac alla presenza di Alessandro Coppola e del regista Cosimo Fusco, celebre attore e interprete cinematografico italiano impegnato all'estero, alla sua prima esperienza di regia.



A seguire presentazione del grande progetto Centocittà della Cineteca Lucana con la visione del documentario Otranto, prima di passare il testimone alla presentazione dei laboratori Officina dei segni - La stamperia del reale di Elena Campa; Animazione Cromatica a cura di Mirco Santi - Home Movies e Cinema Animazione a cura di Stefano Argentero. Alle 22.45 buio in sala per la proiezione di No land's song dell'iraniano Ajat Najafi, fresco di vittoria Premio Cinema del reale e di un premio speciale nell'ambito di Vive le cinéma - Festival del film francese nel Salento. Il documentario, censurato nel paese d'origine del regista, narra la storia della giovane compositrice Sara Najafi alle prese con l'organizzazione un concerto pubblico in Iran, dove le donne non sono autorizzate a cantare in pubblico. Si prosegue con Loro di Napoli di Pierfrancesco Li Donni, storia dell'Afro-Napoli United, una squadra di migranti partenopei provenienti dall'Africa e dal Sud America composta da italiani di seconda generazione e napoletani. Un cine-incanto dà la buonanotte al pubblico di Castello Risolo.



"Lo schermo pazzo", in piazzetta Sant'Oronzo, luogo intimo e 'popolare' di Specchia, accoglierà stasera performance last minute, frammenti filmici, ricerche e sperimentazioni ma anche film di grande successo internazionale, arricchendo la proposta di sala. Sarà inaugurato con un fuori programma che anticiperà le presentazioni dei laboratori del reale e da due corti d'animazione, Pumping Man e Noemi Acquario, entrambi di Stefano Argentero. Dalle atmosfere sognanti dei due doc sono le connessioni tra il Salento e il Sahara a dettare il ritmo in Desert Session, l'eccezionale esperienza di cooperazione partecipata tra volontari e giovani profughi Saharawi attraverso la ritualità quotidiana di una caffettiera e una teiera. Alle 21.30 è la volta di Sonne Monde - Sole Luna di Klaus Voswinckel, Realizzato dal regista tedesco nelle campagne di Salve, il film è un omaggio al Salento di trent'anni fa e a Norman Mommens e Patience Gray, lui scultore e pittore anglo-fiammingo, lei orafa e scrittrice. Sullo schermo pazzo voleranno i pugni: dopo un intenso omaggio al caro Bud Spencer, ci sarà una proiezione dedicata al più grande, ovvero a Muhammad Alì, inarrestabile pugile protagonista del film Quando eravamo re di Leon Gast, film premio Oscar, che racconta le ore precedenti l'incontro tra il campione dei pesi massimi George Foreman e lo sfidante Muhammed Alì per il titolo mondiale nel 1974, a Kinshasa nello Zaire. A mezzanotte in punto è la volta di Banksy does New York di Chris Moukarbel, proiezione è in collaborazione con Wanted Cinema, in cui il popolare street artist britannico Banksy inizia una "residenza" sui generis nella Grande Mela realizzando un lavoro al giorno in tutti i quartieri della metropoli.


Condividi su Facebook Condividi su Twitter

WebTV

Cinema del reale credits

Iscriviti alla newsletter

Ho letto e accettato le condizioni d'uso